BEAUTY NEWS

Capelli sfibrati: come riconoscerli e quali rimedi adottare

Capelli sfibrati e spenti sono spesso il risultato di fattori esterni, come smog, alte temperature e raggi uv, oltre che sostanze chimiche presenti ad esempio nelle tinture. Tutto ciò porta a danneggiare la cuticola che è la parte pi ...

Capelli sfibrati e spenti sono spesso il risultato di fattori esterni, come smog, alte temperature e raggi uv, oltre che sostanze chimiche presenti ad esempio nelle tinture. Tutto ciò porta a danneggiare la cuticola che è la parte più esterna del capello.

f0caba79dc589587ae71386fd9e24c8b

Photo credits Pinterest

Per capire se i capelli sono molto sfibrati e rovinati, provate a fare il test ideato da Tomas Taw esperto dei capelli secchi. Basta prendere una ciocca ed immergerla in un contenitore  con acqua, se questa va a fondo vuol dire che sono rovinati, viceversa se galleggia sono sani. Se la chioma è sfibrata e secca ma non troppo danneggiata potete rimediare più facilmente facendo 2 o 3 volte a settimana impacchi e maschere nutrienti e ristrutturanti.  In questo caso potete fare una maschera home made con: due uova e cinque cucchiai di olio evo. Applicate sulla chioma e tenerla in posa per 15 minuti per poi passare allo shampoo.

Per prendersi cura al meglio dei capelli, bisogna anche adottare delle abitudini più consone per renderli migliori.  Ad esempio non andrebbero lavati più di due volte  settimane, quindi da evitare lavaggi troppo frequenti. Quando fate lo shampoo, cercate di usare prodotti non irritanti con buon inci e soprattutto nutrienti.E’ meglio, per sciogliere i nodi, spazzolarli con un pettine a denti larghi prima di lavarli e non quando sono bagnati altrimenti si rischierebbe di spezzarli.

Usate per lo styling, il phon non troppo vicino alla testa e a non troppo elevata temperatura. Andrebbero poi spuntati ogni 3 mesi per rimuovere le punte rovinate e sfibrate. Da tener presente che una sana alimentazione li può aiutare molto per cui la dieta andrebbe integrata con vitamina A, e B12 che producono la cheratina. La vitamina A si può trovare nella carne, nelle verdure, la B nei cereali integrali, uova e latticini. La E, invece, nei cereali e negli oli vegetali.

Grazie ad un’alimentazione sana ed equilibrata, la chioma sarà più forte specie se si assumeranno alimenti contenenti importanti sostanze come ferro, zinco e magnesio che saranno un toccasana per farla crescere al top.

Oltre a trattamenti specifici per i capelli sfibrati, ci sono anche eccellenti rimedi naturali, ad esempio il burro di karitè che contiene sostanze non soggette alla saponificazione, provitamina A ed E che servono a conferire alla capigliatura un effetto emolliente ed elasticizzante.  Molto importanti gli oli, come quella di cocco che è nutriente e lucidante, oppure quella di jojoba che stimola la circolazione rendendo i capelli più forti. Potete mescolare insieme questi oli oppure utilizzarli singolarmente per fare degli impacchi pre-shampoo.

L'articolo Capelli sfibrati: come riconoscerli e quali rimedi adottare sembra essere il primo su Glamour.it.


+

X

privacy